Bonder vinilestere leggero BV10

INDICAZIONI GENERALI D’UTILIZZO

Applicabile direttamente su superfici laminate di fresco e prive di polvere, fibre, sporco e condensa. Le superfici completamente indurite devono invece essere carteggiate e ripulite accuratamente. Verificare l’idoneità all’uso su superfici ottenute da resine paraffinate. Mescolare il vinilbonder light direttamente nella sua confezione e miscelarlo con il 1,0 – 2,0% di catalizzatore liquido (metiletilchetone perossido), tenendo ben presente che la quantità di catalizzatore selezionata dipende sia dalla temperatura di impiego che dai tempi di lavorazione richiesti. L’intervallo di Temperatura d’uso raccomandato è compreso tra 14 e 28° C. Il prodotto contiene viracolore per poter verificare l’omogenea dispersione del perossido. Si applica manualmente, a spatola. Per quantitativi superiori a 5 kg si consiglia la miscelazione con frusta, mentre per fusti da 200 l l’ausilio di un estrusore-miscelatore a piatto premente garantisce la migliore efficienza di miscelazione. Il prodotto è stato formulato anche per poter essere spruzzato, ove le grandi superfici dei componenti o i cicli rapidi della produzione di serie lo richiedessero. Per ulteriori dettagli e per le procedure applicative consigliate, si faccia direttamente riferimento alle “Linee guida dei Mastici Collanti”, disponibile presso il Centro di Assistenza Tecnica INTEC. Nella sua confezione originale, il prodotto può essere utilizzato per 6 mesi se conservato al coperto al riparo dalla luce solare diretta, a temperature non superiori a 20°C. Potrebbe verificarsi un cambiamento del tempo di gelo.

Categoria:

I bonder della serie BV10 sono certificati presso il RINA (Type Approval DIP146622CS

Mastice collante leggero a base di resine vinilestere insature, microsfere e cariche di rinforzo leggere, caratterizzato da elevate proprietà meccaniche e termiche, e da un basso ritiro. Specificamente formulato per l’incollaggio di lastre ed inserti in Balsa, PVC, PET, PIR e Poliuretano espansi, si spatola e disaera facilmente senza colare dalle superfici verticali. Sotto pressione o sottovuoto fluisce facilmente saturando ogni fessura e cavità dell’espanso garantendo in tal modo elevate proprietà meccaniche, termiche e chimiche al laminato sandwich. Al basso peso specifico della sua formulazione si aggiungono ritiri contenuti in fase di indurimento ed eccellenti prestazioni di adesione anche su espansi di elevata densità.

SUPPORTI

Laminati in vetroresina poliestere e vinilestere adeguatamente preparati e puliti.

Brand

In.Te.c (Slem)

SCARICA LA SCHEDA TECNICA

Download

SCARICA CERTIFICATO RINA TYPE APPROVAL

Download